05/04/2009 SALUTE - Stefano Turchi alla Stramilano per la ricerca sulla Sla

"Importante incoraggiare i malati e promuovere la ricerca"

Milano, 5 apr. (Apcom) - Stefano Turchi, ex calciatore dell'Ancona in serie A affetto da Sla, la sclerosi laterale amiotrofica, ha partecipato alla Stramilano come testimonial dell'associazione 'Aldo Perini Onlus' e della 'Rete Italiana delle Associazioni Sla'. Turchi, cui la malattia è stata diagnosticata alla fine del 2005, ha deciso da poco tempo di rendere pubblica la sua attuale condizione per incoraggiare coloro che soffrono a lottare. Il tradizionale evento podistico milanese ha rappresentato un'opportunità per lanciare questo messaggio. "Sono stato invitato da alcuni amici e da Alessandro Biemmi per conto dell'associazione Aldo Perini e Rete Sla a fungere come testimonial per questo evento. - ha dichiarato l'ex giocatore - Penso che sia una buona occasione per poter far conoscere cos'è la Sla. Sensibilizzare il più possibile sull'importanza della ricerca e raccogliere fondi."


STEFANO TURCHI, testimonial dell’Associazione ALDO PERINI e della RETE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SLA , alla STRAMILANO
[Agipress - Notizia n.17889 del 05/04/2009 - 16.43.01]

Il famoso calciatore Stefano Turchi partecipa alla STRAMILANINA come testimonial per l’Associazione “ ALDO PERINI “ Onlus: associazione che offre un aiuto fisico e psicologico all'ammalato di SLA ( sclerosi laterale amiotrofica ) e alla sua famiglia per affrontare il difficile percorso dell'accettazione della malattia, ponendosi nei confronti dell'ammalato con rispetto e profondo spirito di solidarietà, così come le associazioni ad essa gemellate nella RETE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SLA fanno in altre regioni italiane.

Stefano Turchi, 40 anni, ex calciatore dell’Ancona, in serie A, ha scoperto da poco di essere affetto da SLA, malattia che ha colpito anche altri calciatori italiani. Nonostante l’iniziale pudore nel rendere pubblica la sua attuale condizione, ora Turchi ha deciso di uscire allo scoperto. Un gesto coraggioso, un gesto che fa onore anche allo spirito sportivo. Un insegnamento per tutti coloro che soffrono: bisogna trovare il coraggio e la forza per andare avanti.

Anche partecipando a un evento podistico.

Domanda : quando ha scoperto di essere affetto da SLA ?

Risposta di Stefano Turchi :

“i primi sintomi sono comparsi all'inizio de 2005 la diagnosi di sla è avvenuta a fine 2005 dopo un ricovero di circa 10 giorni. “
.D: Perché ha deciso di partecipare alla Stramilanina ? Dichiara Stefano Turchi

“ sono stato invitato da alcuni amici e da Alessandro Biemmi per conto dell' Associazione Aldo Perini e Rete Sla a fungere come testimonial per questo evento. Penso che sia una buona occasione per poter far conoscere cos’è la sla . Sensibilizzare il più possibile l'importanza della ricerca e raccogliere fondi. “

Alessandro Biemmi dell’Associazione “ ALDO PERINI “- RETE SLA dichiara : il fatto di essere presenti a questa manifestazione, dove il cuore di Milano batte forte, è stato per noi importante. La presenza al nostro fianco di un lombardo eccellente come Stefano, porta ulteriore onore a noi e ci permette di portare a questa città i suoi abitanti più deboli e spesso soli. Mi auguro e mi adopererò con gli amici volontari delle Rete Italiana delle Associazioni SLA perché questo non sia che il primo di tanti momenti in cui questi nostri concittadini ci sentano accanto a se nella loro drammatica lotta quotidiana.

 

torna indietro